* Latitudine astronomica


latitudine astronomica

La latitudine astronomica (φ) è l'angolo formato dalla direzione verticale del filo a piombo con il piano dell'equatore celeste. Sulla sfera celeste essa è anche l'altezza del  polo celeste elevato e la distanza zenitale del mezzocielo superiore.

Se considerando la Terra di forma sferica, la latitudine di un punto (in questa immagine è il punto P) sulla superficie terrestre, è la sua distanza angolare dall'equatore terrestre misurata lungo il suo meridiano.

Dato che:

- la proiezione di P sulla sfera celeste è lo zenit di P,

- la proiezione del suo meridiano è il meridiano di superiore di P,

- la proiezione dell'equatore terrestre è l'equatore celeste,

la latitudine si può misurare sulla sfera celeste dall'arco di meridiano celeste compreso tra l'equatore e lo zenit. 

 La latitudine astronomica si misura in base alla verticale del luogo, cioè alla direzione del filo a piombo, che è riferita al geoide. Di conseguenza differisce, anche se di pochi primi, dalla latitudine geodetica della cartografia.

Vedi anche: determinazione della latitudinelatitudine geografica.