seguici su FaceBook
 
Valuta la risposta

 


Cerca in vialattea.net

Vuoi che ti siano segnalate le nuove risposte di chiedi all'esperto ?
Scrivi qui sotto il tuo indirizzo e-mail e invia!


 

25-05-2004

Condividi    versione stampabile    

Che cosa è e come funziona il DHCP ? Grazie

(Risponde Luca Fini)

Il protocollo DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) ha lo scopo di consentire ad un computer che deve connettersi ad una rete locale di configurare automaticamente i parametri necessari.

Per comprendere il funzionamento occore premettere qualche nozione sulla configurazione di un nodo di una rete.

La grande maggioranza delle reti locali (LAN) attualmente utilizzano una serie di protocolli noti con il nome di TCP/IP (che, incidentalmente, coincidono con quelli utilizzati più in generale par tutta la rete Internet). Vari argomenti connessi con protocolli TCP/IP sono stati già più volte trattati su queste pagine (vedi: A, B, C, D, E) per riassumere, comunque, possiamo dire che un nodo di una rete per poter funzionare correttamente ha bisogno di un certo numero di informazioni:

  • Deve ricevere un proprio numero di rete (detto numero IP).
  • Deve conoscere il numero IP del "gateway", ovvero dell'apparecchio che collega la LAN al resto di Internet.
  • Deve conoscere il numero IP del server DNS (ovvero di un particolare nodo in grado di effettuare la traduzione fra un indirizzo di rete in forma alfanumerica ed il numero IP corrispondente).
Come tutti coloro che hanno dovuto configurare i parametri di rete di un computer sanno, queste informazioni possono essere impostate manualmente in modo facile. Tuttavia ci sono casi in cui l'impostazione manuale può essere poco pratica. Ad esempio nel caso di computer portatili che vengono spesso spostati da una LAN ad un'altra: ogni volta è necessario cambiare l'impostazione dei parametri, dopo aver trovato qualcuno in grado di assegnare il numero IP e di comunicare le altre informazioni necessarie. Oppure nel caso di LAN di grandi dimensioni con un gran numero di nodi.

Per consentire ad un nodo che viene connesso alla rete di procurarsi le informazioni necessarie e quindi di autoconfigurarsi è stato studiato il protocollo DHCP. Il suo funzionamento è concettualmente assai semplice: all'interno della LAN vengono installati uno o più server DHCP che hanno lo scopo di "ascoltare" le richieste e rispondere adeguatamente. Poiché ogni singolo nodo della LAN deve avere un numero IP diverso, ciascun server DHCP ha a disposizione un gruppo di indirizzi IP e tiene via via conto di quelli liberi e di quelli già assegnati. Quando un computer attiva il software per la gestione della rete, per prima cosa fa una "richiesta DHCP". Questa viene effettuata mediante un apposito messaggio "broadcast", ovvero un messaggio che non ha un destinatario specifico ma viene ricevuto da tutti i nodi indistintamente. Solo i server DHCP sono però programmati per rispondere al messaggio DHCP e rispondono offrendo un numero IP e le altre informazioni necessarie. Il richiedente fra tutte le "offerte" che riceve, ne sceglie una ed avverte il server relativo che così può memorizzare che l'indirizzo IP è stato assegnato.

Questo è in sostanza tutto quello che serve per supportare il meccanismo di assegnazione automatica dei parametri di rete (nella realtà devono essere trattati anche altri dettagli, come la scadenza delle offerte, la verifica periodica che un cliente sia ancora presente in rete, ecc.)

Tutti i dettagli di definizione del protocollo sono contenuti, come avviene per tutti gli aspetti relativi ai protocolli di rete, in un documento redatto ed aggiornato a cura dell'organizzazione IETF (Internet Engineering Task Force): RFC-2131, a cui si rimanda per gli approfondimenti.

 

 

Ti è piaciuta questa risposta? Ti è risultata utile?
Se si, ti invitiamo a sostenere "Chiedi all'esperto" con una piccola donazione, che servirà a coprire le spese di gestione del sito e le attività degli esperti.

 

 
   © 1997-2014 - vialattea.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Libro degli ospiti | Privacy | Area esperti